Laura, "quello che il tempo ha aggiunto"

Chiamare amici che magari non vedevi da 20 anni e chiedere loro se vogliono essere ritratti.

Utilizzare per tutti la stessa luce, un ring, e un punto di ripresa il più possibile omogeneo. Concentrarsi sui volti dei soggetti. Rimuovere ogni elemento superfluo.

Ritrarre quello che rimane, “quello che il tempo ha aggiunto”, appunto.

Laura, vecchia amica, rifornitrice di alcolici e fonte di turbe adolescenziali. Novembre 2016.  ©2016 Alessandro Burato, non riprodurre senza autorizzazione.

Laura, vecchia amica, rifornitrice di alcolici e fonte di turbe adolescenziali. Novembre 2016. 
©2016 Alessandro Burato, non riprodurre senza autorizzazione.

Avevo intorno ai 20 anni, Laura era la barista di un noto locale Follonichese. Più grande di me, decisamente bona, decisamente di carattere.

L'ho ritrovata nel 2010 al mio primo matrimonio "ufficiale", fotografai lei e il figlio piccolo, mentre lo stava allattando. Una bella foto, nonostante la mia inesperienza. Ci siamo poi tenuti in contatto tramite i soliti Social.

Di questi anni mi rivela episodi potenti, drammatici, roba che ti commuovi mentre te li racconta. Poi però tornano prepotenti la sua forza, il suo humour, la sua sensualità, e mi rendo conto che nel bene e nel male il tempo ha aggiunto, eccome se ha aggiunto, ma il materiale di base era da subito eccellente.

E allora [clic].